Moavero, seguiamo italiano in Kuwait

Il Ministro degli Affari Esteri, Enzo Moavero Milanesi, segue con attenzione l'evoluzione della situazione che riguarda Andrea Urciuoli, l'italiano dipendente della Cmc di Ravenna bloccato a Kuwait city dalle autorità locali a seguito di controversie legali insorte tra la ditta italiana e altre società operanti nel Kuwait. Urciuoli, insieme al collega portoghese era stato arrestato con l'accusa di aver trafugato alcuni macchinari e dopo una notte di reclusione è stato scarcerato, ma resta trattenuto nel Paese mediorientale. Per questo l'Ambasciata d'Italia ad Al Kuwait, in stretto raccordo con la Farnesina, si è attivata sin dai primi momenti con le Autorità locali per assistere Urciuoli. Il ministro Moavero ha dato dunque istruzioni all'Ambasciata e ai competenti Uffici della Farnesina affinché continuino a seguire il caso con la massima solerzia e diligenza, avendo cura di tenere ben informati i familiari.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Masi Torello

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...